Deena Metzger: ecco la sua bellezza

«Non ho paura degli specchi…
Vi era una sottile linea rossa che attraversava il mio torace
lì dove era entrato un coltello
adesso un ramo circonda la cicatrice
e si porta dal braccio al cuore
Un ramo coperto di verdi foglie dove appesa è l’uva e vi appare un uccello …
Ho disegnato il mio torace con la cura riservata ad un manoscritto miniato
Non mi vergogno più di fare l’amore. L’amore è una battaglia che posso vincere
Ho il corpo di un guerriero che non uccide né ferisce
Sul libro del mio corpo per sempre ho inciso un albero».

Questa splendida poesia è di Deena Metzger . Deena fu operata al seno a causa di un tumore. Quando lei visse questa esperienza non si usava ancora la ricostruzione. Oggi questa tecnica, praticata quando è possibile, è un aiuto indispensabile per una donna costretta all’amputazione.
Deena parla della sua ferita. Ma anche di speranza e di bellezza.
In questo momento in cui il corpo femminile è così brutalmente mercificato, artefatto, banalizzato, queste parole hanno un grande valore. E la foto di Deena è la più grande delle testimonianze.

Questa voce è stata pubblicata in Blogroll, editoria, giornalismo, immigrazione, interviste, libri, matrioska, medicina, Napoli, personale, politica, recensioni, scheletri, sociale, terorismo, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...